Assistenza:

La logistica conto terzi Italiana: green, innovativa, in salute

Palletways truck

Logistica conto terzi: che cos’è?

Lo sviluppo del commercio internazionale ha incrementato la domanda per la contract logistics, logistica conto terzi o logistica decentrata. Infatti, mentre in passato i servizi di logistica si occupavano principalmente di spostare una merce da una destinazione all’altra, oggi gli operatori di questo settore devono poter offrire servizi molto più sofisticati.

Da un certo punto di vista, la logistica tradizionale si è arricchita di un approccio più tipico del campo della gestione della catena di distribuzione (supply chain management). Per i clienti è ormai essenziale poter gestire con un unico operatore tutte le fasi intermedie tra la produzione e la distribuzione finale. Di conseguenza le aziende di questo settore svolgono anche il ruolo di consulenti, gestendo e supervisionando quegli operatori che, materialmente, forniscono il servizio.

Lo stato attuale del settore

La logistica conto terzi Italiana sta crescendo: è un mercato il cui valore nel 2017 è stato calcolato in 80 miliardi di euro, in crescita del +1.8% rispetto all’anno precedente. I principali fattori di sviluppo per questo settore, in crescita ininterrotta dal 2014, sono stati l’aumento del traffico delle merci e del commercio internazionale, unitamente ad una ripresa del PIL.

Dati del 2015 riportano un numero di 95 mila operatori del settore tra autotrasportatori, corrieri, gestori di magazzino, operatori logistici, spedizionieri, gestori di interporti/terminal intermodali e operatori del trasporto ferroviario/combinato strada-rotaia.

In una ricerca della School of Management del Politecnico di Milano presentata al convegno “Omnicanalità, green e partnership: la logistica cambia volto”, la contract logistics appare senza dubbio come un settore in salute: economicamente in crescita, aperto all’innovazione e alle nuove abitudini dei consumatori.

Le sfide del futuro

Quella che viene definita come gestione dell’ultimo miglio, cioè la consegna della merce fino al consumatore finale, richiede agli operatori di logistica conto terzi di scegliere se seguire le esigenze dei propri clienti, accettando eventualmente inefficienze di gestione, oppure se contare su importanti economie di scala, offrendo però soltanto una risposta parziale ai suoi clienti.

Per fare un esempio tratto dal settore B2C, il servizio di home delivery più diffuso è la consegna standard tra lunedì e venerdì (74% degli operatori la utilizzano), abbinata al tracciamento dell’ordine in tempo reale nel 60% dei casi. Soltanto il 21% degli operatori offre la consegna in fascia serale e l’8% di domenica. È quindi esploso l’interesse verso tutte quelle applicazioni, hardware e software, che permettono di ottenere una gestione più flessibile della fornitura di servizi di logistica.

La risposta? Innovazione.

È quindi evidente come le innovazioni tecnologiche e di processo rappresentino una valida risposta alle sfide emergenti che terranno impegnati gli operatori di logistica conto terzi nei prossimi anni. Una possibile soluzione è lo sviluppo di sistemi in grado di offrire in tempo reale informazioni iper dettagliate sulle spedizioni.

Ne è un esempio il nostro hub di informazioni digitali: monitora lo status dei veicoli in viaggio, localizzazione e consegna delle spedizioni. Permette quindi di gestire proattivamente eventuali problematiche, offrendo una tracciabilità completa delle spedizioni e persino una mappa termica delle aree di distribuzione che dà ai clienti uno strumento utile a determinare possibili aree di sviluppo del proprio business.

Molte di queste innovazioni sono utilizzate tanto in ambito B2C quanto nei rapporti tra clienti e operatori industriali.

Vuoi saperne di più? Contattaci per ricevere maggiori informazioni oppure scopri tutte le nostre tipologie di spedizione!

Most popular

Cookies

Questo sito web utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito, l'utente accetta il nostro utilizzo dei cookie.  Per saperne di più